TINA MONTINARO, moglie del caposcorta di Falcone, incontra i ragazzi

Il viaggio continua per Quarto Savona 15

Una carica esplosiva di tritolo spazzo’ via le vite del giudice Falcone, della moglie e dei ragazzi della Quarto Savona 15, nome in codice della scorta.

Sembra la fine di tutto, invece la storia di questo viaggio continua ancora oggi grazie alla tenacia di Tina Montinaro moglie del capo scorta.

Un incontro il 23 Febbraio alle 10:30 presso l’Istituto Omnicomprensivo di Orte, per non dimenticare le vittime della mafia e, soprattutto, per riconoscerla e combatterla.

Questo viaggio nasce dall’idea di portare avanti l’antimafia, che non è legata ai riflettori ma alla presa di coscienza che l’antimafia siamo noi e per esserlo bisogna passare dalla cultura e dalla scuola.

La scuola non deve chiudersi dentro le discipline, ma deve essere una finestra aperta sul mondo, consapevole del contesto storico difficile da comprendere.